Chiedo scusa al Sig. Gaber

L'esigenza di un omaggio al più grande cantautore del 900 viene da Enzo Iacchetti come un irrefrenabile desiderio per suggellare la sua amicizia anche a 12 anni dalla sua scomparsa. Ecco che, nel 2010, nasce il disco che dà il titolo allo show.

Mario Luzzato Fegiz, sulle pagine del Corriere della Sera, scrive: ''Con la triestina Witz Orchestra ed il maestro Marcello Franzoso al pianoforte, Iacchetti compie la rifondazione del repertorio di Gaber. I brani sono riscritti e farciti da inserti musicali di varie provenienze, da Jovanotti a Zucchero. Le canzoni diventano un esilarante Helzapoppin, Barbera e Champagne, Porta Romana, Il Cerutti Gino,Il Riccardo, La Torpedo Blu, insomma tutta la prima produzione di Gaber rivista e con perizia arrangiata. Un geniale scempio.''

Nello spettacolo dal vivo, Enzo recita, tra un brano e l'altro,monologhi originali scritti insieme al suo autore Giorgio Centamore che parlano ancora oggi di un'Italia Medioevale in attesa di un nuovo Rinascimento. Omaggio anche al grande Enzo Jannacci con ''Una fetta di limone'' diventata famosa grazie al duo JAGA BROTHERS.

Uno show che ci fa riscoprire un Gaber attualissimo ed un Iacchetti vero animale da palcoscenico. La scenografia, già colorata da luci all'avanguardia, è farcita dalle opere luminose di Marco Lodola, artista conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo; quindi uno show gioioso, che ricorda un Gaber allegro, all'apparenza meno impegnato ma nello stesso tempo cinico ed attuale anche nelle sue canzoni da TV in bianco e nero.

Le date
Dal 18 al 29 marzo Roma, Salone Margherita
Dal 23 al 26 aprile Messina, Teatro Vittorio Emanuele

Biglietti a partire da 7.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright