Il girone dei piemontesi

Marco e Mauro parlano del Piemonte col loro canonico stile, che il pubblico affezionato apprezza da ormai una trentina d'anni. Stavolta, il duo cabarettistico torinese si immagina nell'aldilà. Ripercorrendo il viaggio di Dante e Virgilio, finiscono nel "Girone dei Piemontesi", dove fanno incontri decisamente singolari. Lo spettacolo, particolarmente dinamico, rende omaggio a Casa Savoia, a Gaetano Scirea e Gigi Meroni che, seppur lombardi, furono simboli indiscussi di Juventus e Torino, ma anche a Cavour e don Bosco, senza dimenticare Gipo Farassino, o altre "voci" di popolarità assoluta come Fred Buscaglione e Luigi Tenco. In un'alternanza di musica e cabaret, ecco spuntare il maggiordomo dell'avvocato Agnelli e le ?donnine' di Macario, prima del discorso di Capodanno proposto da Oscar Luigi Scalfaro e ascoltato da Fausto Coppi in compagnia della sua celebre Dama Bianca?

Attraverso coloro che hanno dato popolarità al Piemonte, Marco e Mauro vogliono parlare di noi stessi, di quello che siamo, con pregi e difetti noti ma analizzati, stavolta, con la lente d'ingrandimento dei comici, che spesso distorce, dissacra, esagera. Si vuole raccontare di una regione di pianura e montagna, campagna e industria, operosità e passato illustre, "bugia nen" e vivacità. Un Piemonte sfaccettato, da conoscere, apprezzare. E che forse va rivalutato sia da chi lo conosce poco che da chi lo abita e lo vive quotidianamente.

Le date
Dal 19 al 22 marzo Torino, Teatro Erba

Biglietti a partire da 16.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright