Torna alla lista degli eventi
il 14 dicembre 2018

Russian Stars - Spartacus

Balletto in due atti, 2h 10 minuti, 1 intervallo
Drammaturgia: Nikolai Volkov
Musiche: Aram Il'i? Cha?aturjan (traslitterato Aram Khachaturian)
Coreografie: Mikhail Lavrovsky e Irina Lazareva

Il console romano Crassus rientra a Roma in trionfo. Tra i prigionieri ridotti in schiavitù ci sono il re della Tracia Spartacus e sua moglie Phrygia. Da uomo orgoglioso e coraggioso quale è, Spartacus si ribella alla crudeltà dei Romani, ma le forze che si contrappongono non sono equilibrate. Spartacus è costretto a dire addio a Phrygia, che diventa la schiava di Crassus.

Nel Palazzo di Crassus sta avendo luogo un festino orgiastico. L'interesse del console per la giovane schiava attira l'attenzione della sua concubina Aegina, che trascina Crassus in una danza esagitata. Nel bel mezzo dell'orgia, Crassus ordina che i gladiatori vengano condotti da lui. Devono combattere con indosso gli elmi e la visiera abbassata per non vedere il loro avversario. Spartacus ottiene la vittoria per poi scoprire che, senza saperlo, ha ucciso l'amico, e questo lo conduce alla disperazione. Per la tragedia, la rabbia di Spartacus aumenta, e decide di lottare per la libertà. Incita gli altri gladiatori a ribellarsi, e loro fanno un giuramento di lealtà nei suoi confronti e fuggono da Roma. I pastori si uniscono ai gladiatori, e il popolo in rivolta proclama Spartacus suo leader.

La ricerca di Phrygia conduce Spartaco alle porte della villa di Crassus. Tuttavia la gioia della loro riunione non durerà a lungo. Una processione di patrizi, capitanata da Aegina, si dirige alla villa. Aegina ha a lungo sognato di sedurre e conquistare Crassus.

Crassus sta celebrando le sue vittorie alla villa, circondata dai ribelli, così lui e Aegina sono costretti a scappare. I gladiatori ribelli fanno prigioniero il console, ma Spartacus non vuole rappresaglie, e sconfigge Crassus in un onesto combattimento, condannandolo all'esilio. Gli insorti celebrano la vittoria di Spartacus. Crassus convoca le sue legioni. Aegina congegna un piano malvagio per seminare discordia nel campo dei ribelli.

Spartacus e Phrygia sono felici di stare insieme, ma improvvisamente vengono a sapere della nuova campagna di Crassus. Spartacus consiglia di prendere parte alla battaglia, ma molti dei suoi guerrieri lo abbandonano. Spartacus sa che andrà incontro alla morte, ma è deciso a dare la sua vita per la libertà. Con le altre cortigiane, Aegina seduce i gladiatori facendoli cadere in una trappola. Crassus però vuole vendicarsi, vincere la battaglia non gli basta. Vuole la morte di Spartacus, che l'ha umiliato. Il suo esercito circonda Spartacus e i suoi, che soccombono sotto i colpi di uno scontro iniquo. Phrygia ritrova i il corpo di Spartacus, e lo seppellisce certa che la memoria delle sue gesta vivrà per sempre.

Le date
14 dicembre Torino, Teatro Nuovo
27 gennaio Roma, Teatro Italia

Biglietti a partire da 27.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright