Decamerone, vizi, virtù, passioni

Balliani e Accorsi

VERCELLI


Teatro Civico, via Monte di Pietà

Grande prosa martedì 10 febbraio al teatro Civico, mattatore l'attore Stefano Accorsi, con un cast di tutto rispetto, formato da Salvo Arena, Silvia Briozzo, Fonte Fantasia, Mariano Nieddu, Nike Silipo, per la regia di Marco Balliani che cura anche il libero adattamento dal capolavoro di Giovanni Boccaccio. Come noto lo scrittore toscano del XIV secolo prese come "cornice" ai suoi racconti la peste che costringe un gruppo di amici a stare chiusi in casa, e per sconfiggere la noia e la paura, si raccontano delle storie, per lo più legate a vicende erotico-sentimentali tra il comico e lo scabroso... vicende che oggi nei titoli dei giornali vengono appunto definite come "situazioni boccaccesche". Sono vicende d'attualità, dunque, che gli attori reciteranno con la lingua di Boccaccio, come annota il regista: «possediamo tesori linguistici pari ai nostri tesori paesaggistici e naturali, un'altra Italia che non compare nei bollettini della disfatta giornaliera con la quale la peste ci avvilisce". La peste ci circonda: si chiama degrado dei valori, ipocrisia, violenza liberticida... Ma le novelle declamate dai teatranti, con guizzi di alta comicità e irriverenza sempre attuale, tengono avvinto ilo pubblico ad ogni recita.

Organizzatori:
  • Il Contato del Canavese
  • Comune di Vercelli