Franca Ghitti tra passato e futuro

CEDEGOLO


Museo dell'energia idroelettrica

Rimangono ancora pochi giorni per visitare la mostra di Franca Ghitti Ferro, Terra, Fuoco, Legno, in programma fino a domenica 9 novembre 2014, nella ex centrale idroelettrica di Cedegolo (BS), in Valle Camonica, una delle sedi del MusIL - Museo dell'Industria e del Lavoro di Brescia. Sabato 8 novembre, alle ore 16.00, si terrà anche l'evento conclusivo dell'esposizione, con la conferenza, dal titolo Franca Ghitti. Passato e Futuro, di Elena Pontiggia, docente di Storia dell'Arte all'Accademia di Brera, tra i maggiori e più accreditati studiosi dell'arte moderna e contemporanea, che sta curando la prima monografia organica su Franca Ghitti in uscita nel 2015 (Skira editore). L'incontro propone un excursus, con proiezione di immagini, su tutta la ricerca dell'artista bresciana che attinge nella sua ispirazione al passato (dalla preistoria al lavoro che trasforma e plasma la materia in ogni epoca e civiltà), ma al tempo stesso si proietta nella modernità contemporanea. "Il lavoro di Franca Ghitti - afferma Elena Pontiggia - rappresenta, per così dire, una terza via rispetto ai percorsi dell'astrattismo e della scultura figurativa più diffusi. Nelle sue opere la magia della linea (per usare un'espressione di de Chirico) si unisce a una sottile evocazione delle cose, e dunque coniuga l' essenzialità dello stile con una capacità di significazione che la sottrae all'afasia di tanto astrattismo contemporaneo".